[Articolo Le Parisien + Comunicato Sindacale Francese] L’impianto di Rousset LFoundry in amministrazione controllata

Fonte: Comunicato Sindacale Francese
Fonte: Articolo Le Parisien
 

Traduzione Comunicato Sindacale:

Durante la riunione straordinaria di oggi, il CE è stato informato del passaggio della società LFoundry Rousset sotto amministrazione controllata. Una fine logica vista la situazione finanziaria della società, ma tra le peggiori  per le conseguenze che questo commissariamento porterà.

Ora, la gestione francese ci dovrà presentare un piano di continuità operativa che sarà sicuramente accompagnato da un piano di riduzione del personale. L’entità di questo piano di ristrutturazione dipenderà dagli ordinativi per i prossimi mesi.

Questo piano di continuità potrà essere possibile solo se i negoziati con Atmel (ex titolare dello stabilimento produttivo di Rousset) porteranno a un minimo carico di lavoro, oggi questa richiesta rimane lettera morta, e se gli azionisti tedeschi si disimpegneranno dal sito vendendo le loro azioni.

Deploriamo questa situazione legata alla cattiva gestione degli azionisti tedeschi da quando hanno acquisito il sito per un euro: ci sono stati presentati come industriali competenti, mentre hanno solo deviato i fondi verso la loro società madre.

Ma quello che deploriamo ancora di più, è la negligenza della leadership francese che, nel corso di questo periodo, ha dato loro cieca fiducia.

Se nessun piano di continuità sarà possibile, avranno ucciso venalmente una società che avrebbe potuto  continuare a vivere e distrutto più di 1.000 posti di lavoro diretti e indiretti.

 

Traduzione Articolo Le Parisien:

L’impianto di semiconduttori LFoundry Rousset (Bouches-du-Rhône), che conta 690 dipendenti, è stata posta in amministrazione controllata a causa di difficoltà finanziarie, si è appreso Venerdì dalle fonti sindacali.

La decisione è stata presa Giovedi dal Tribunale Commerciale di Parigi, che ha fissato il termine di sei mesi, si è appreso dalla CFDT e Sud.

In un comunicato, Sud si dice allarmato da un piano di riduzione del personale che accompagnerà “sicuramente” il piano di continuità della direzione e “dipenderà dagli ordinativi per il mese prossimo.”

“Deploriamo questa situazione, che è legata a una gestione disastrosa degli azionisti tedeschi (la tedesca LFoundry, ndr) dal momento che hanno  acquistato il sito per un euro, mentre ci sono stati presentati come industriali competenti,” aggiunge il sindacato.

Per il il rappresentante della CFDT, la fase di recupero era inevitabile, data la situazione finanziaria della società, e potrebbe contribuire a sbloccare le discussioni con l’ex proprietario, americano Atmel, che aveva firmato, in occasione della cessione dell’impianto nel 2010, un contratto di fornitura di quattro anni.

Per Atmel, il contratto (per la fornitura di 18 milioni di semiconduttori) è stato completato, ma in tre anni invece di quattro, su richiesta di LFoundry. Per i sindacati, il contratto è stato rivisto al ribasso e la modifica del calendario lascia la fabbrica di fronte a un pericoloso calo della produzione di quest’anno, in attesa del previsto aumento di volume atteso da qui a 12 15 mesi e legato all’arrivo di nuovi clienti.

“Atmel non rispetta le regole del gioco”, si lamentava venerdì il capo della CFDT, Jean-Yves Guerrini. “Abbiamo bisogno che la giustizia e la politica si muovano”, si è augurato.

La gestione della fabbrica francese non era immediatamente disponibile.

LFoundry aveva acquistato il sito nel 2010 per un simbolico euro da Atmel, che detiene ancora una “golden share” nel capitale della fabbrica di Rousset, vicino a Aix-en-Provence, di cui è anche il principale cliente.

La gestione LFoundry è anche l’oggetto di un’indagine da parte dell’ufficio del procuratore di Parigi per uso improprio di beni aziendali, a seguito di una denuncia da parte della CFDT e la CE che sospettano la diversione di 21 milioni della controllata francese al gruppo tedesco.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Lfoundry srl ex Micron e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...