Rimodulazione condizioni tariffarie dipendenti LFoundry Avezzano

CGIL Abruzzo                  FILT CGIL Abruzzo

SEGRETERIE REGIONALI ABRUZZO

Al Presidente Giunta

Regione Abruzzo

Dott. Luciano D’Alfonso

Al Consigliere regionale

 Delegato ai Trasporti

Regione Abruzzo

Dott. Camillo D’Alessandro

Al Direttore

                               Dipartimento Infrastrutture,

Trasporti, Mobilità, Reti e Logistica

Dott.ssa Maria Antonietta Picardi

Al Presidente CdA

TUA Spa

Dott. Luciano D’Amico

 

Oggetto:  Rimodulazione condizioni tariffarie dipendenti LFoundry Avezzano

 

In relazione alla imminente definizione di una manovra tariffaria complessiva inerente il Trasporto Pubblico Locale, vista la dichiarata volontà di verificare la possibilità di introdurre nuovi titoli di viaggio e rimodulare quelli esistenti nonché di porre in essere possibili sperimentazioni, previo accordo con le aziende interessate, circa pacchetti di titoli e formule che prevedano un’offerta di trasporto flessibile,

considerato che

si condivide la necessità di promuovere interventi tesi ad incentivare un maggiore utilizzo dei mezzi d trasporto pubblici e ciò mediante un sistema di servizi e di relative politiche promozionali e tariffarie rivolte ai cittadini ed in grado di garantire maggiori agibilità rispetto ad esigenze particolari quali quelle della fascia dei lavoratori pendolari e degli studenti

si sottopone alla attenzione delle SS.VV. quanto segue:

  • LFoundry, azienda che come noto è sita in Avezzano – Nucleo industriale – conta al suo interno circa 1.500 addetti, molti dei quali pendolari provenienti in particolare da L’Aquila  e da Sulmona. Di questi, i cosiddetti turnisti sono quei dipendenti che si avvicendano su turni da 12 ore a ciclo continuo, con uno schema orario che prevede 4 giorni di lavoro seguiti da 4 giorni di riposo e 3 giorni di lavoro seguiti da 5 giorni di riposo – a scorrimento – ovvero su altra turnazione con l’orario 8.00→ 20.00 (diurno)/20.00→ 8,00 (notturno). Sono, invece, indicati come giornalieri i cosiddetti ‘normalisti’ che lavorano dal lunedì al venerdì per 8,75 ore e ciò con orario flessibile ossia con ingresso tra le 08:00 e le 09:00 e uscita tra le 16:45 e le 17:45;
  • l’utilizzo del mezzo di trasporto pubblico è di assoluto interesse da parte di tali lavoratori benché nel corso del tempo si siano registrati alcuni disagi legati proprio alle modalità di fruizione del servizio pullman fornito dalla società ex Arpa, oggi TUA;
  • risulta, infatti, come i turnisti non riescano a sfruttare il tipico abbonamento settimanale in uso in TUA in quanto le due soluzioni esistenti (5 giorni e 6 giorni) non coprono domenica e festivi che in azienda, come su esposto, sono giorni parimenti lavorativi, costringendo così i pendolari LFoundry ad acquistare, in quelle particolari giornate, biglietti singoli con relativo aggravio di costi tale da vanificare le convenienze dell’abbonamento. Tale situazione sembrerebbe paradossale se si considera che le corse di domenica e festivi vennero, a suo tempo, introdotte proprio per far fronte alle esigenze delle maestranze LFoundry tanto che, in passato, quando addirittura esisteva una corsa espressamente dedicata, l’abbonamento settimanale copriva ogni giornata lavorativa;
  • inoltre, per quanto attiene ai pendolari giornalieri che viaggiano da/per Sulmona, a differenza dei colleghi aquilani, emerge come costoro – non avendo una corsa dedicata – al termine della giornata lavorativa siano costretti a permanere in azienda per più di un’ora in quanto l’orario in vigore della corsa di ritorno è fissato alle ore 18.00 a fronte dell’orario di fine lavoro delle ore 16:45. Tale condizione, peraltro, pur non volendo soffermarsi sulle problematiche inerenti la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, comporta una insostenibile criticità di carattere aziendale atteso che i dipendenti, una volta timbrata l’uscita, non possono permanere all’interno dello stabilimento per motivi di rispetto delle norme di sicurezza dell’ambiente di lavoro.

Per quanto su esposto, tenuto conto della sensibilità costantemente dimostrata nei confronti delle problematiche di accesso ai servizi di trasporto pubblico da parte dei dipendenti di stabilimenti produttivi siti in zone decentrate, si chiede di valutare la possibilità di apportare modifiche alle condizioni tariffarie applicate dalla società TUA tali da accogliere le richieste di seguito indicate:

1) Turnisti (Sulmona e L’Aquila):

  • estendere la copertura degli abbonamenti settimanali alle domeniche/festivi inclusi nel turno (es: inizio turno con il venerdì diurno e termine martedì mattina con lo smontante;
  • creare un abbonamento specifico per i turnisti Lfoundry (settimanale/ mensile/ semestrale/ annuale) con, eventualmente, tariffe agevolate dato il numero inferiore di giorni di effettiva fruizione del servizio;

2) Giornalieri (Sulmona):

  • inserire una corsa di ritorno aggiuntiva, alle 17:00/17:15. In tal caso il numero di fruitori del servizio pubblico salirebbe di almeno 15 unità.

Restando a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti ed in attesa di riscontro, si inviano

Distinti saluti.

 

 

CGIL Abruzzo                                 FILT CGIL Abruzzo

Rita Innocenzi                                   Franco Rolandi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Lfoundry srl ex Micron. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...